Gioacchino Rossini | Un Buongustaio Marchigiano

by
Gioacchino Rossini | Un Buongustaio Marchigiano

Di recente mi è capitato per le mani un simpatico libro sulla nota passione di Gioacchino Rossini per la buona tavola. “In Cucina con Rossini” di Paola Cecchini raccoglie ricette, lettere personali ed aneddoti del grande Maestro Pesarese e fornisce una panoramica scorrevole e ampia sul Rossini Buongustaio che ha apprezzato lungo tutto l’arco della sua vita la buona cucina quanto la buona musica.

In un primissimo momento sono rimasto deluso, un po'  “tradito” nel mio orgoglio Marchigiano perchè non ho trovato ricette tradizionali o direttamente riconducibili alle Marche. La cosa in realtà è più che comprensibile dato che Rossini, talento musicale precocissimo, ha iniziato a viaggiare in Italia ed Europa per studio e lavoro sin dalla più giovane età e si è naturalmente aperto ai più ampi orizzonti, anche culinari.

Egli stesso elaborava complesse ricette e non disdegnava di sporcarsi le mani in cucina, talvolta persino a discapito dei suoi invitati e commensali che lasciava soli per recarsi a supervisionare le preparazioni. Proseguendo la lettura, ho però trovato con piacere tanti indizi delle origini Marchigiane del Maestro.

Ho letto della sua passione per il Tartufo che impiegava nei modi più disparati e in quantità considerevoli nelle sue pietanze, invero non sempre “leggere” anche se probabilmente in linea con i gusti e le abitudini del tempo.

L'ironia a Tavola

L’aspetto che più degli altri me lo ha fatto sentire vicino e “conterraneo” è il senso dell’umorismo che traspare dalle lettere rivolte agli abituali fornitori di salumi, formaggi o agli amici che lo deliziavano inviandogli regali gastronomici da tutte le parti d’europa.

Questi documenti storici man mano evocavano nella mia memoria tanti amici marchigiani e romagnoli sulla cui bocca quelli’ronia sarebbe state perfetta e accordata al personaggio (ovviamente con gergo più moderno :) ) . Ho apprezzato la leggerezza e l’allegria con cui  tratta la gastronomia (che per altro prendeva molto sul serio!) senza mai conferirgli quella pesantezza spossante che in molti casi oggi vuol tramutare la cucina in Scienza e in Accademia e ci fa quasi passare la voglia di mangiare e bere.

Nel chiudere questa breve riflessione mi permetto di riportare alcuni brani tratti dalle lettere pubblicate ne “In Cucina con Rossini”, con l’invito naturalmente a leggere il resto nel libro stesso

Missive molto importanti dal Maestro

Al maestro Angelo Catelani
Modena
Dicembre 1865

“Vorrei vi portaste dal vostro celebre Bellantani, salsamentario, e lo pregaste di spedirmi a Parigi al mio indirizzo, nel momento che l’Aquila Estense (*) crederà conveniente, otto cappelli da prete, sei zamponi e dieci cotechini di diverse dimensioni. Totale: 24 brillanti maialeschi .Vorrei pure la relativa istruzione per la maniera di cuocerli secondo le nostre abitudini”

Note: Aquila Estense è il soprannome che Gioacchino Rossini - detto il Cigno Di Pesaro - dava al salumiere Bellantani ponendolo simpaticamente al di sopra di sè stesso per le sue capacità di “spiccare altissimi voli” nell’arte della norcineria.

Al marchese Antonio Busca Milano
Parigi
7 febbraio 1863

“Se mai il buon senatore fosse disposto ad esaudirmi per questo ardito e nuovo desiderio, si intende non sia esso (per l’amor del cielo) disgiunto dalle solite tenere crescenze e dai soavi stracchini che mi son ben più cari (il giuro!) delle croci, placche e cordoni che mi vengono generosamente offerti dai diversi sovrani d’Europa…….”

La passione di Gioacchino Rossini per il Tartufo

I tartufi erano la predilezione grandissima di Rossini. Quelli di Norcia erano i preferiti e quando dagli amici d’Italia glene capitavano in dosi abbondanti, il Maestro invitava a desinare i personaggi più influenti di Parigi. E poichè ridurre i tartufi in minutissme fette era, secondo lui, una faccenda assai importante, andava da se in cucina e li preparava.

da “Rossini” di E. Cecchi - Edizioni Barbera 

Prodotti correlati
Olio al tartufo bianco per arricchire di gusto le tue pietanze. Olio al tartufo bianco per arricchire di gusto le tue pietanze.
-20%
Offerta speciale limitata
4,55 € 5,68 €
Olio extravergine di oliva aromatizzato al tartufo bianco - Prodotto nelle Marche,  è ideale per portare sapori preziosi nella tua cucina. Ottimo per pasta, carni  ma anche per la preparazione di gustosi  antipasti...
Incrocio Bruni 54 - vino bianco Marche IGT - Terracruda Incrocio Bruni 54 - vino bianco Marche IGT - Terracruda
-5%
Offerta speciale limitata
7,86 € 8,28 €
Incrocio Bruni o Dorico 54, 0,75lt. cantina Terracruda - Fratterosa (PU) Affinamento: 3 /4 mesi in bottiglia Titolo Alcolometrico: 12,5% – 13,50% Temperatura di servizio: 12 °C Abbinamenti: Su preparazioni come...
Related articles

Menu

Settings

Registrati gratuitamente per usare la Lista dei Desideri

Accesso - registrazione